Orchesta Popolare Amore&Rabbia

L’Orchestra popolare è oggi un forte esempio di resilienza collettiva che ha preso forma nell’inverno 2019/2020 durante l’estremo lockdown pandemico: un progetto di musica d’insieme pensato dalla direzione artistica del Festival Amore & Rabbia e condiviso con artisti, musicisti e ricercatori del territorio crotonese dalla formazione professionale e personale varia ed eterogenea.

Le Rivoltelle

Quello che desta subito scalpore è il loro nome: la scelta delle “Rivoltelle”, non sottende niente di bellicoso se non la forza e la passione di chi ha voglia di raccontare una storia importante fatta di rabbia e amore. “Siamo una band che nasce in Calabria, una terra che spesso ha legato il suo nome alla criminalità: con questo nome volevamo esorcizzare questo aspetto in modo ironico, “rivoltando” le apparenze precostituite.” raccontano le ragazze. La storia della band comincia nel 2005 a Cosenza…

Paolo Angeli

Imperdibile appuntamento all’apertura di Amore&Rabbia. Nella prima serata dedicata al Jazz sarà ospite Paolo Angeli, chitarrista d’avanguardia. Oltre che per la musica è conosciuto per la sua chitarra sarda preparata a 18 corde. La sua musica è ispirata alla tradizione sarda, al flamenco, al jazz, alla musica colta contemporanea e al pop d’avanguardia. Numerosi i suoi concerti all’estero. Nel 2003 Pat Metheny dopo aver assistito ad un suo concerto restò affascinato dalla sua chitarra e ne volle costruita una da Paolo.

Alessandro Santacaterina

“Un giorno incontrai una persona che tirò fuori dalla custodia uno strumento estremamente panciuto, quasi buffo. Aveva dei fiori dipinti sulla tavola, e la vernice scrostata via a furia di essere suonata. Era una chitarra battente.” (A. Santacaterina)….. e con questa chitarra che Santacaterina approda alla sperimentazione traslando la musica tradizionale della nostra Calabria nella contemporaneità. Un linguaggio nuovo che evoca altri tempi.

Peppe Voltarelli

Continuiamo a seguire appassionatamente il percorso artistico del nostro amico Peppe Voltarelli già ospite da noi nella prima edizione 1996 e nel 2007. Quest’anno presenterà il suo ultimo lavoro: “Planetario” da lui scritto e interpretato; attraverso una selezione di cantautori di tutto il mondo costruisce una personale e ironica teoria della canzone densa di aneddoti e riferimenti storici, un viaggio fatto di incontri bizzarri in luoghi segreti e inesplorati.

Mimmo Cavallaro

Mimmo Cavallaro è, attualmente, uno dei più autorevoli interpreti della tradizione musicale calabrese. Nato e vissuto nell’area culturale di cui è portavoce, ha da sempre condotto una sua particolare ricerca attraverso “indagini sul campo”, analizzando e registrando la varietà dei connotati stilistici che caratterizzano i diversi luoghi della Calabria. Il cantato in dialetto e l’utilizzo di strumenti della tradizione, come la lira calabrese, missati a testi e armonie originali, lo rendono tra i principali autori della musica popolare italiana.

Nando e Maila (Sconcerto d’amore)

Un Concerto-spettacolo innovativo, che porta in scena una storia d’amore travagliata, nella quale ognuno di noi può riconoscersi attraverso l’ironia e le “Acrobazie Musicali” di una coppia in disaccordo. E’ uno spettacolo comico con acrobazie aeree, giocolerie musicali e prodezze sonore. Nando e Maila hanno fatto una scommessa: giocare ai musicisti dell’impossibile trasformando la struttura autoportante in una imprevedibile orchestra musicale…